White as Snow
Theme by maraudersmaps.
8.530 note
23/07/14 @ 02:02am
"Vorrei parlartene. Perché ho bisogno di raccontarlo a qualcuno. E forse quel qualcuno sei tu. Ma tu sei anche il racconto. E tutto il resto."

V. Sordilli (via ironapples)

e lo terrò per me

(via lyansart)

"Aspetterò qui per sempre
solo per vedere il tuo sorriso
perchè è vero, io non sono niente senza di te"
Sum 41 - With me (via justgivemeareasonbaby)
"Non è tempo per noi, e forse non lo sarà mai"
Ligabue (via amamiperchetiamo)
236 note
@ 01:59am
"Our greatest glory is not in never falling, but in rising every time we fall."
― Confucius (via psych-quotes)
0 note
22/07/14 @ 11:35pm
tagged as
cuginone
fumetto
le avventure di micky

Il mio cuginone è sempre stato una sagoma. Anzi, più che una sagoma, è un personaggio. Ogni volta che veniva a trovarci o era in vacanza con noi, mi faceva divertire con ciò che gli capitava. Le sue “avventure” erano così esilaranti e particolari, che decisi di mettere nero su bianco, anzi rosa, facendole diventare un fumetto.

Eravamo in vacanza a Riccione e io mi stavo annoiando. Ero troppo grande per giocare con paletta e secchiello e non avevo portato con me nessun giornalino da leggere, così rovistai nella borsa da spiaggia, cercando qualcosa da fare. In fondo alla borsa trovai una penna e un quadernino delle W.I.T.C.H., dalle pagine rosa. Non mi ricordo perchè finì in mezzo alla roba da mare, ma c’era, così iniziai un fumetto ispirato ai racconti di mio cugino. Dalla grande fantasia che avevo, lo intitolai “Le avventure di Micky”. Erano brevi episodi, ognuno con quattro o cinque vignette, cioè in media due pagine del tacquino, in cui dissacravo completamente mio cugino. Però non c’è mai stata cattiveria verso di lui. Era un personaggio. Un personaggio così paradossale, che si prendeva in giro da solo. Disegnavo (come omino stilizzato) questo ragazzo che si divertiva a fare scherzi, che si credeva scaltro e furbo, ma in realtà era un povero sfiga… sfortunato. Si prendeva in giro da solo con quello che faceva, senza nemmeno accorgersene. Se qualcuno che non conosce mio cugino, leggerebbe il fumetto, non capirebbe molto delle sue avventure, perchè l’essenza di Micky è difficile da catturare.

Stasera lui e la sua morosa sono venuti a cena da noi e, parlando del carattere di lui e che si presentava bene per una imitazione (celebre la frase: “Perchè Fifa è uno stile di vita!”), dissi del fumetto. Mia mamma è andara subito a ripescarlo fuori dalla borsa da spiaggia e glielo ha fatto leggere. La ragazza di mio cugino lo ha subito riconosciuto e mi ha sorpreso quando, con una battuta, gli ha detto: “Forse è colpa dell’Alle se sei sfortunato. Guarda, qua ti fa cadere un vaso in testa.”. Allora mio cugino mi fa: “Allora disegna che mi capiti qualcosa di bello, tipo che mi compro dieci Ferrari, mettiamo che succeda sul serio.” Così ho ripreso in mano il quadernino è ho disegnato un’altra avventura. Non finisce esattamente con lui che si compra una Ferrari, però termina bene, rispetto allo standard delle vignette precedenti. È stato più forte di me dargli un “lieto fine”, peró non sono riuscita a togliere la dissacrante ironia, perdonatemi!

unagocciainunoceanodigomma:

Io trovo che un libro sia il regalo più bello che si possa fare.
Insomma, uno entra in un libreria ed ecco, la copertina, la trama, la rilegatura o un semplice dettaglio ti colpiscono e ti fa pensare a quella persona.
Regalare un libro è come dire
‘Guarda, l’ho visto e mi sei venuto in mente tu’.
E se poi ci fosse anche una dedica,
beh, quello sarebbe il massimo.

0 note
@ 11:35am

Vado in cucina per metter su l’acqua per la pasta e mi ritrovo già il tegame sul fornello, i maccheroni dosati e un vasetto di ragù. Qualcosa mi dice che uno dei miei ha paura che non prepari il pranzo a papà…

0 note
@ 10:44am
0 note
@ 10:39am
tagged as
ramones
mickey leigh
i believe in miracles

Questo è il muro che compare come sfondo del primo album dei Ramones. Questa è la copertina del primo disco dei Ramones, tuttavia ciascun membro che posava lì, appoggiato a quel muro, è salito in cielo, lasciando il muro vuoto. Lo trovo terribilmente triste ma allo stesso tempo dolce con quella scritta, ” I believe in miracles”: è un segno del passaggio dei Ramones su questa terra.